Compensi a lavoratori autonomi su territorio Americano (Persone Fisiche e Limited Liability Companies)

Form 1099 – MISC 2017 : Novità in pillole

Tra le novità apportate dalla riforma fiscale per l’anno 2017 rientra la scadenza della data di presentazione per i moduli 1099: I moduli andranno presentati entro il prossimo  31 gennaio 2018 sia tramite invio telematico che cartaceo.

Sono previste due eccezioni:

– Moduli 1099 contenenti pagamenti sostitutivi di dividendi o interessi (box 8),  o relativi ai proventi lordi pagati ad avvocati (box 14).  Il termine ultimo per l’invio di tali modelli e’ previsto per il 15 febbraio 2018.

– Moduli 1099 che non riportano compensi a lavoratori autonomi su territorio Americano (box 7). l’IRS prevede in questo caso l’invio in via elettronica entro il 28 Febbraio oppure in via cartacea entro il 2 Aprile.

Le sanzioni per il mancato invio sono state modificate ed inasprite.

Più precisamente: l’invio con un ritardo da uno a 30 giorni dalla data di scadenza genera una sanzione di $50 per ciascun modulo non inviato. La sanzione raddoppia se l’invio e’ effettuato  nei 30 giorni successivi fino al 1 agosto 2018.

Sono previsti invece $260 per ogni modulo inviato dopo l’1 Agosto 2018 o non inviato per omissione involontaria. Se il mancato invio e’ intenzionale la sanzione sale a $530 per modulo.

Dalla chiusura dell’esercizio 2017 la Riforma lascia ai commercialisti americani solo un mese di tempo per la preparazione e invio dei form 1099 più comunemente utilizzati, aumentando cosi’ i ritmi di lavoro della nuova tax season appena all’esordio.

Fisco: Saccomanni e ambasciatore USA Phillips firmano accordo per scambio automatico di informazioni

E’ stato firmato oggi dal Ministro dell’Economia e delle Finanze, Fabrizio Saccomanni, e dall’ambasciatore Usa in Italia, John R. Phillips, l’accordo tra Italia e Stati Uniti per applicare la normativa del Foreign Account Tax Compliance Act (Fatca) e migliorare la tax compliance internazionale. L’accordo bilaterale riflette nei contenuti il Modello di accordo intergovernativo (definito a luglio 2012) per lo scambio automatico di informazioni tra amministrazioni finanziarie da e verso gli Stati Uniti che è stato negoziato tra gli Usa e cinque Paesi dell’Unione Europea (Francia, Germania, Italia, Regno Unito, Spagna).
Lo scambio automatico di informazioni avrà luogo su basi di reciprocità. La cooperazione riguarderà i conti detenuti negli Stati Uniti da soggetti residenti in Italia e quelli detenuti in Italia da cittadini e residenti americani. Oggetto dello scambio di informazioni saranno i dati identificativi del titolare del conto, il numero di conto, l’istituzione finanziaria che effettua la comunicazione, il saldo o il valore del conto. A partire dal 2015 si aggiungeranno altre informazioni, tra cui l’importo totale lordo degli interessi o dei dividendi.
Tra i principali benefici dell’accordo, oltre alla reciprocità dei flussi informativi, vi sono l’esenzione dalla ritenuta del 30% sui pagamenti di fonte statunitense, la rimozione dei principali ostacoli giuridici legati alla protezione dei dati, la semplificazione e la minimizzazione degli oneri di adempimento per gli intermediari finanziari italiani, che dovranno interfacciarsi soltanto con l’amministrazione finanziaria nazionale e non con l’amministrazione finanziaria statunitense.
Il Ministro Saccomanni ha espresso soddisfazione per la firma dell’accordo che ‘’rappresenta un passaggio importante nel percorso per la costruzione del nuovo standard globale per lo scambio automatico di informazioni, che è basato sul modello di accordo intergovernativo elaborato con gli Stati Uniti ed è in corso di avanzata elaborazione in ambito Ocse. Il nuovo standard globale – ha aggiunto Saccomanni – costituirà un significativo rafforzamento della capacità di contrastare l’evasione internazionale attraverso il miglioramento della trasparenza fiscale’’. Il Ministro ha quindi auspicato che ‘’il Parlamento possa ratificare quanto prima l’accordo, in modo da consentirne l’applicazione dal 1° luglio 2014, come previsto dalla legislazione americana Fatca’’

Dichiarazione del Ministro Saccomanni sull’accordo

  • La firma dell’accordo “FATCA” tra Italia e Stati Uniti, che completa l’intenso negoziato svoltosi nell’ultimo anno e mezzo, è un risultato molto importante per entrambi i nostri Paesi.
  • Tale accordo consentirà di migliorare la compliance fiscale internazionale attraverso lo scambio automatico di informazioni di natura finanziaria tra autorità fiscali italiane e statunitensi che avrà luogo su basi di reciprocità. La cooperazione riguarderà i conti detenuti rispettivamente negli Stati Uniti da soggetti residenti in Italia e da residenti e cittadini americani presso istituzioni finanziarie italiane. Oggetto dello scambio di informazioni saranno i proventi finanziari pagati su tali conti nonché i saldi dei conti stessi.
  • L’accordo intergovernativo firmato oggi permetterà di minimizzare gli oneri di adempimento per gli intermediari finanziari italiani, che dovranno interfacciarsi soltanto con l’amministrazione finanziaria italiana e non con il fisco americano.
  • Tale accordo riflette nei contenuti quelli conclusi con gli Stati Uniti da Francia, Germania, Spagna, Regno Unito. Insieme ai nostri principali partner europei era stata avviata lo scorso anno un’iniziativa congiunta per allineare le intese bilaterali con gli Stati Uniti e contribuire così alla elaborazione di uno standard globale per lo scambio automatico di informazioni finanziarie.
  • La firma di questo accordo rappresenta un passaggio importante del percorso di costruzione del nuovo standard globale per lo scambio automatico di informazioni che è basato sul modello di accordo intergovernativo elaborato con gli Stati Uniti ed è in corso di avanzata elaborazione in ambito OCSE. Il nuovo standard globale costituirà un significativo rafforzamento della capacità di contrastare l’evasione fiscale internazionale attraverso il miglioramento della trasparenza fiscale.
  • Auspichiamo quindi che il Parlamento possa ratificare quanto prima l’accordo, in modo da consentire di poterlo applicare dal 1° luglio 2014, come previsto dalla legislazione americana FATCA nonché dalle intese intergovernative stipulate dagli Stati Uniti con gli altri partner esteri.

IRS2Go Mobile App

Now Available – 2014 Version of IRS2Go!

This new version of IRS2Go has a brand new look and feel with new added features. It is available in both English and Spanish.

 

Refund Statusirs2go_phonev2

You can check the status of your federal income tax refund using IRS2Go. Simply enter your Social Security number, which will be masked and encrypted for security purposes, then select your filing status and enter the amount of your anticipated refund from your 2013 tax return. A status tracker has been added so you can see where your tax return is in the process. If you filed your return electronically, you can check your refund status within a 24 hours after we receive your return. If you file a paper tax return, you will need to wait about four weeks to check your refund status because it takes longer to process a paper return.

 

Tax Records

You can request your tax return or account transcript using your smartphone. IRS2Go allows you to request this information, which will be mailed to you within several business days.

 

Free Tax Prep Providers

The IRS Volunteer Income Tax Assistance (VITA) and the Tax Counseling for the Elderly (TCE) Programs offer free tax help for taxpayers who qualify. You can use this brand new tool to help you find a VITA site right near your home. You simply enter your zip code and select a mileage range. To make it even more convenient if you click on the directions button within the results the maps application on your device will load with the address, making it easy to navigate to your desired location.

 

Stay Connected

You can interact with the IRS by following us on Twitter, watching helpful videos on YouTube, sign up for email updates, or contact us.

 

Download the IRS2Go App

If you have an Apple iPhone or iTouch, you can download the free IRS2Go app by visiting the iTunes app store. If you have an Android device, you can visit Google Play to download the free IRS2Go app.

IRS2Go reflects IRS’ commitment to help you get the information you need — whenever you need it, wherever you are. The IRS shares the latest information on tax law changes, initiatives, products and services through various social media channels

W8 Ben Scam Alert

We are experiencing an increasing wave of scam targeting non-resident aliens.

What you may receive is an e-mail fraudulently using the IRS name with an attached W8 BEN (Certificate of Foreign Status of Beneficial Owner for United States Tax Withholding) and the request to fill in the form.

The scammer’s true email address is masked as a legitimate IRS account (irs@service.govdelivery.com, for instance).
Please,

• Do not fall for this scam – the IRS does not initiate contact with taxpayers by email or social media to request personal or financial information.
And, most of all
• Do not open the attachment: the attachment contains a malicious code designed to gain access to your financial information in order to steal your identity and/or assets.

Following is the IRS web page on this topic:
http://www.irs.gov/uac/Fake-Form-W-8BEN-Used-in-IRS-Tax-Scams

Start-Up NY: Programma di incentivi sulla tassazione


Notice: Undefined variable: attr in /home/gcconsul/public_html/wp-content/plugins/dirtysuds-embed-pdf/embed.php on line 102

start-up-ny2

L’iniziativa del governatore Cuomo, START-UP NY (SUNY Tax-free Areas to Revitalize and Transform UP-state NY), trasformerà i campus SUNY e le comunità universitarie di tutto lo stato in realtà prive di tassazione – esenti da tasse sul reddito per i dipendenti, oltre che dalle tasse su vendite, proprieta’ o sull’attività, per 10 anni.

START-UP NY attrarrà a New York venture capital, start-ups, nuovi business ed investimenti da ogni parte della nazione e del mondo, offrendo alle nuove società l’opportunità di operare completamente prive di tassazione, permettendo allo stesso tempo partnerships con le istituzioni accademiche di fama mondiale presenti nel network SUNY.

[wpdm_file id=1]