Il seguente articolo (in italiano e inglese) è stato fornito da Hanz Chiapetta, partner dello studio legale Lawtelier:

Se siete statunitensi che ha dovuto sospendere o ridurre l’attività a causa di un’emergenza. la pandemia di Coronavirus, è in arrivo un aiuto finanziario per aiutarvi a mantenere il vostro dipendenti e pagare le bollette. Anche le imprese straniere con sede negli Stati Uniti possono usufruire degli aiuti finanziari.

Il 2 aprile, 2020, l’Amministrazione delle piccole imprese degli Stati Uniti (la “SBA”) ha pubblicato le sue regole definitive provvisorie (Regole) che danno il via al Paycheck Programma di protezione (il “PPP”), istituito nell’ambito del Coronavirus Aid, Relief, and Economic Security Act (la “Legge CARES”), promulgata in data 27 marzo 2020. Lo scopo della legge Cares è quello di fornire assistenza d’emergenza alle persone, alle imprese e alle strutture sanitarie colpite dal 2020. pandemia di coronavirus.

Il PPP è un programma di prestiti progettato per aiutare a sostenere le finanze dei datori di lavoro che hanno dovuto sospendere o ridurre le attività a causa della pandemia di Coronavirus . I prestiti sarebbero coprire i costi del personale e, tra gli altri, la maggior parte degli interessi dei mutui, degli affitti e delle utenze. costi. È significativo che anche le imprese straniere con sede negli Stati Uniti possano trarre vantaggio dal PPP.

Il seguente sono caratteristiche importanti del programma:

  • Il PPP è destinato alle piccole imprese con sede negli Stati Uniti con un numero di dipendenti pari o inferiore a 500 (comprese le imprese individuali, gli appaltatori indipendenti, i lavoratori autonomi, le organizzazioni private senza scopo di lucro e le organizzazioni di veterani 501(c)(19)) colpite dal Coronavirus. Anche le imprese di determinati settori, che hanno più di 500 dipendenti, possono usufruire del programma se soddisfano gli standard dimensionali dell’SBA per tali settori;
  • l’importo del prestito è calcolato secondo la metodologia indicata nel Regolamento ed è soggetto a un tetto massimo di 10 milioni di dollari;
  • I mutuatari possono richiedere prestiti PPP attraverso istituti finanziari che sono già finanziatori SBA o come stabilito dal Regolamento, che comprende la maggior parte delle banche. L’SBA consiglia di consultare il proprio prestatore locale per sapere se partecipa al programma;
  • Gli istituti di credito hanno iniziato a elaborare le richieste di prestito il 3 aprile 2020. Il termine ultimo per presentare una domanda di PPP per usufruire del programma è il 30 giugno 2020. Tuttavia, il Regolamento stabilisce espressamente che il PPP è un programma “first-come, first-serve” , quindi i richiedenti dovrebbero presentare le loro domande di prestito PPP il prima possibile;
  • i finanziatori non possono richiedere, come condizione per l’ottenimento di un prestito PPP, che l’impresa costituisca una garanzia reale o personale, nonché eventuali commissioni;
  • lo scopo principale del PPP è quello di mantenere i lavoratori sul libro paga del richiedente. La maggior parte dei proventi del prestito deve essere utilizzata per coprire i costi del personale. Il prestito PPP può essere utilizzato, tra l’altro, per coprire gli interessi del mutuo, i pagamenti dell’affitto e i costi delle utenze;
  • I rimborsi dei prestiti PPP sono stati differiti di 6 mesi in base al Regolamento. Con riserva di condono, un prestito PPP deve essere rimborsato entro 2 anni dalla concessione al tasso di interesse dell’1,0% annuo;
  • se un’azienda utilizza il suo prestito PPP per coprire i costi stabiliti dal Regolamento, il prestito potrebbe essere totalmente condonato.

PROGRAMMA DI PROTEZIONE DELLA BUSTA PAGA – IMPRESE AMERICANE DI PROPRIETA’ DI SOGGETTI STRANIERI COLPITE DAL CORONAVIRUS

Le imprese con sede negli Stati Uniti che hanno sospeso o ridotto la propria attività a causa della Pandemia di Coronavirus possono godere di un aiuto finanziario al fine di mantenere il rapporto con i propri dipendenti e pagare eventuali spese. Anche le imprese americane di proprietà di soggetti stranieri potrebbero avvantaggiarsi di tali aiuti.

Il 2 aprile 2020 l’Amministrazione delle piccole imprese degli Stati Uniti (lo“SBA“) ha pubblicato delle disposizioni definite “ regole definitive provvisorie” (o semplicemente “Regole“) che hanno avviato il Paycheck Protection Program (il“PPP“) previsto dal Coronavirus Aid, Relief, and Economic Security Act (il “CARES Act“), convertito in legge il 27 marzo 2020. L’obiettivo del Cares Act è quello di fornire un’assistenza emergenziale ai privati, alle imprese e alle strutture sanitarie colpite dalla pandemia di Coronavirus.

Il PPP è un programma per la concessione di prestiti creato al fine di elargire un supporto finanziario ai datori di lavoro che sono stati costretti a sospendere o ridurre la propria attività in conseguenza alla pandemia di Coronavirus. I prestiti coprono i costi del personale e, tra le altre cose, gli interessi derivanti da mutui, i costi di locazione e delle varie utenze. In particolare, anche le imprese americane di proprietà di soggetti stranieri potrebbero avvantaggiarsi del PPP.

Seguono alcuni aspetti fondamentali del programma:

  • il PPP è rivolto a piccole imprese aventi sede negli Stati Uniti che impiegano fino a 500 dipendenti (ivi compresi imprenditori individuali, lavoratori autonomi e indipendenti, organizzazioni private non-profit e organizzazioni di veterani di cui alla Section 501(c)(19) dell’Internal Revenue Code) colpite dal Coronavirus. Anche le imprese di determinati settori che hanno più di 500 dipendenti potrebbero avvantaggiarsi del programma qualora dovessero rispettare gli standard dimensionali previsti dallo SBA per tali settori;
  • l’importo del prestito è da calcolarsi come indicato nelle Rules e l’importo massimo richiedibile è pari a 10 milioni di dollari;
  • coloro che intendono richiedere un prestito PPP possono inviare la domanda attraverso le istituzioni finanziarie approvate da SBA oppure le altre istituzioni così come stabilite dalle Rules che comprendono la maggior parte delle banche. Il suggerimento di SBA è di consultare il proprio istituto finanziario locale al fine di comprendere se quest’ultimo partecipa al programma;
  • gli istituti finanziari hanno iniziato a ricevere le domande a partire dal 3 aprile 2020. Il termine ultimo per presentare una domanda per avvantaggiarsi del programma scade il 30 giugno 2020. In ogni caso, le Le regole prevedono espressamente che il PPP è un programma “primo arrivato, primo servito(primo arrivato, primo servito, per cui le domande sono processate in ordine cronologico), e dunque gli interessati dovrebbero presentare la propria domanda di adesione al prestito PPP il primo possibile;
  • gli istituti finanziari non richiedono alle imprese, come requisito per ricevere un prestito PPP, il rilascio di garanzie tra cui anche quelle personali e il pagamento di alcun importo;
  • il principale scopo del PPP è di mantenere il rapporto con i dipendenti. La maggior parte del prestito deve essere utilizzata per coprire i costi del personale. Il prestito PPP può essere utilizzato anche per coprire i costi derivanti da mutui e per il pagamento di canoni di locazione e delle utenze;
  • i rimborsi dei prestiti PPP iniziano 6 mesi dopo l’accreditamento del prestito. Salvo che il rimborso sia rimesso da parte dell’istituto finanziario, un prestito PPP deve essere rimborsato entro 2 anni dalla concessione con un tasso di interesse dell’1,0% annuo;
  • se un’impresa utilizza il prestito PPP seguendo le disposizioni del programma, il prestito potrebbe essere soggetto a totale rimessione da parte dell’istituto finanziario.

Per qualsiasi altra informazione

Hanz Giovanni Chiappetta hchiappetta@lawtelier.it

Robert Ian Goodman rigoodman@lawtelier.it


Le informazioni contenute in questo documento sono fornite solo a scopo informativo. Non deve essere interpretata come una consulenza commerciale, legale, contabile, fiscale, finanziaria, di investimento o di altro tipo su qualsiasi argomento e non ci si deve affidare a tale scopo. Le informazioni contenute nel presente documento potrebbero non rispecchiare gli sviluppi più recenti, poiché l’argomento può cambiare quotidianamente. LAWTELIER LLP declina ogni responsabilità in merito ad azioni intraprese o non intraprese sulla base di uno o più contenuti del presente documento, nella misura massima consentita dalla legge. Non agite o astenetevi dall’agire in base alle informazioni contenute in questo documento senza aver richiesto una consulenza legale.

Autore

Matteo