Q. Che cos’è l’imposta sul reddito stimato?

A. L’imposta sul reddito è un’imposta a ripartizione. Ciò significa che dovete pagare le tasse quando guadagnate o ricevete un reddito durante l’anno.

Ci sono due modi per farlo…

Ritenute
Imposta stimata
  • Se siete dipendenti, molto probabilmente il vostro datore di lavoro trattiene l’imposta sul reddito dalle vostre buste paga e la versa a vostro nome.
  • Se non si paga l’imposta attraverso la ritenuta (o non si paga abbastanza) e/o,
  • Se avete un reddito imponibile non salariale (reddito d’impresa, dividendi, interessi, plusvalenze, royalties, affitti…)

In tal caso potrebbe essere necessario effettuare pagamenti trimestrali di imposte stimate.

Q. Perché devo pagare le imposte stimate? Non è sufficiente aspettare e presentare la dichiarazione dei redditi pagando il saldo dovuto?

A. Perché se non si paga abbastanza entro la data di scadenza di ogni pagamento, si può incorrere in una sanzione anche se si ha diritto a un rimborso al momento della dichiarazione dei redditi.

Q. Quando devo pagare l’imposta stimata?

A. In generale, il pagamento dell’imposta stimata deve essere effettuato il: 15 aprile, 15 giugno, 15 settembre dell’anno fiscale in corso e 15 gennaio dell’anno successivo.

Q. Quanto devo pagare?

A. Un modo semplice per capire quanto pagare è quello di prendere in considerazione il vostro i pagamenti delle imposte dell’anno precedente (l’importo pagato al momento della dichiarazione dei redditi) e diviso per quattro: prendete questi importi come rate trimestrali e probabilmente copriranno i vostri debiti fiscali a meno che non abbiate ottenuto un reddito inaspettato.

L’alternativa (ad esempio, per chi si accinge per la prima volta a presentare una dichiarazione) è quella di prevedere l’ammontare del reddito che si prevede di percepire e di applicare le aliquote fiscali e le detrazioni/crediti.

Autore

owner